Atri Civica “Soddisfatti del risultato ottenuto. Rammarico per la mancata alleanza che avrebbe potuto cambiare Atri”

Il risultato elettorale della recente consultazione amministrativa  ha visto prevalere la fiducia degli atriani nella continuità del modo di gestione che ha avuto negli ultimi anni l’amministrazione uscente. La volontà popolare è sempre sovrana e va accettata e rispettata, anche se non sempre rappresenta  il giusto.

E’ stata una campagna elettorale dura e litigiosa, scrive il coordinatore cittadino del Movimento L’altraAtri  Michela Capanna Piscè,  nella quale si sono usati tutti i mezzi per carpire il consenso, rispolverando metodi  che non si vedevano ormai da tempo, che hanno fatto rivivere momenti cupi della storia politica atriana.

Atri Civica,   si è battuta con energia contro tali metodi, sostiene Capanna,  proponendo ai cittadini un cambiamento di rotta rispetto al  modo di amministrare della amministrazione uscente, cercando di far comprendere come il personalismo e la mancanza di una visione strategica e di un programma realizzabile, non fanno il bene dei cittadini e non aiutano a riportare la nostra amata Atri al ruolo che merita.

Abbiamo messo in piedi una squadra prevalentemente giovane, sottolinea il coordinatore cittadino,  di donne e uomini che hanno aderito non per bisogno ma per scelta, che accanto alla esperienza di Giammarco Marcone e di Paolo Basilico, avrebbe potuto realmente segnare un cambiamento virtuoso. Molti cittadini hanno recepito questo segnale ed hanno premiato Atri Civica con ben 1609  (24,15%), collocandola al secondo posto  e davanti a tradizionali partiti organizzati e strutturati.

 Il movimento civico ”l’AltraAtri” costituitosi tre mesi fa, conclude Capanna,  per portare a compimento il tentativo di aggregare gran parte della società civile atriana che non condivideva la politica dell’amministrazione uscente, esprime soddisfazione per il risultato ottenuto dalla lista  Atri Civica, ritenendo che il gran consenso avuto è la dimostrazione che la strada del sano civismo rappresenta la via maestra per realizzare un concreto e positivo cambiamento della politica atriana e che i blasonati Partiti tradizionali hanno perso definitivamente la loro funzione democratica. Certamente si sarebbe potuto fare meglio e di più. Ma possiamo dire con tranquillità che avevamo ragione a denunciare i tentativi di sabotare quel tavolo politico :  qualcuno remava contro e sperava che non si realizzasse e qualcuno ha abboccato,  non comprendendo a pieno  la subdola finalità di chi non voleva che l’ampia aggregazione riuscisse.  Il movimento civico “ L’Altra Atri” nel ringraziare tutti gli aderenti per l’impegno profuso durante la campagna elettorale,   ha contribuito in  maniera significativa al buon risultato elettorale della lista ATRI CIVICA. atri civicaSi prefigge da subito di rafforzare l’azione e l’impegno politico, supportando i consiglieri eletti Giammarco Marcone e Paolo Basilico, ad organizzare una opposizione seria e rigorosa, del tutto assente negli ultimi anni in Consiglio Comunale, continuando ad intervenire su tutto il territorio comunale con assemblee ed incontri, anche in vista delle prossime elezioni regionali, nelle quali cercheremo di valorizzare nel miglior modo attraverso una buona rappresentanza politica, quel 25% di elettorato atriano.

                                                                                                       

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: