Il Consigliere Regionale del Movimento 5 Stelle Riccardo Mercante, è intervenuto ieri, venerdì 6 Aprile, in Atri per raccogliere, insieme al candidato sindaco Massimiliano Concetti, le istanze del Comitato di quartiere San Domenico di Atri.

Al centro del dibattito l’annoso problema del Deposito di autobus T.U.A.

Si tratta di un fabbricato fatiscente che il 9 Marzo scorso, come prontamente segnalato in quella occasione dal Consigliere Regionale pentastellato Pettinari, ha subito un distacco dell’intonaco del solaio di copertura a causa di infiltrazione persistente di acqua.

Tale esempio di trascuratezza e di degrado è ubicato nel piazzale antistante il cimitero comunale, rappresenta, pertanto, un grave pericolo per i tanti cittadini che quotidianamente attraversano la zona a piedi.

A legittimare le preoccupazioni dei residenti, diversi incidenti avvenuti in passato durante le manovre di spostamento dei mezzi, uno di questi, purtroppo, costato la vita ad una persona.

La situazione attualmente è aggravata dalla necessità, sopravvenuta proprio a seguito del distacco dell’intonaco, di far sostare gli autobus all’esterno della struttura: ciò comporta l’occupazione di tutto il piazzale nelle fasi di parcheggio e di partenza degli automezzi.

“Il deposito T.U.A. contravviene a norme di sicurezza stradale e alle più elementari norme igienico sanitarie, inquina acusticamente e rende l’aria spesso irrespirabile. Nel quartiere si sono registrati diversi casi di tumori sospetti” denuncia Francesco Anello, delegato del comitato quartiere San Domenico di Atri insieme all’ex consigliere comunale Cosanni.

Il Movimento 5 stelle atriano, sempre al fianco dei cittadini per la difesa di diritti fondamentali quali la salute e la sicurezza, ha deciso di sposare la battaglia del Comitato San Domenico e si impegna ad affrontare la questione in Regione attraverso la voce del Consigliere M5S Riccardo Mercante convinto, come noi cittadini, che la zona vada riqualificata in chiave turistica e sociale, attraverso:

– trasferimento del deposito in area più idonea.

– la demolizione del fabbricato fatiscente e inagibile.

– la creazione di un area Belvedere pedonale e una piazza vivibile in serenità.

tua.jpg

Annunci